La Val di Vara Versione Italiana
Il mare della Val di Vara
MANGIARE E BERE

Ristoranti

COMPRAR CASA

Agenzia immobiliari

IDEE PER UNA GITA A BORGHETTO VARA
Il santuario di Roverano Il santuario di Roverano
I borghi più importanti che punteggiano il territorio di Borghetto Vara si trovano al sud del capoluogo. Il primo paese che si trova è Ripalta, sede di un castello oggi scomparso. In origine eretto come residenza feudale degli Estensi, l’edificio fu il pretesto della guerriglia che si scatenò in questa zona tra i Malaspina e i vescovi di Luni. Nel borgo interessante è la chiesa di San Nicolò, edificata su un preesistente monumento romanico del X secolo. Tuttora si possono ancora ammirare elementi architettonici dell’epoca, tra cui dipinti, oggetti di vario genere e una vasca battesimale ad immersione. In 5,5 km, prendendo la Via Nazionale e poi salendo a sinistra si arriva a Cassana, lungo il torrente Pogliaschina, borgo particolarmente grazioso per le sue tipiche dimore rurali, le grotte carsiche e i mulini abbandonati. Nel paesino si può ancora oggi ammirare la chiesa di San Michele Arcangelo, eretta su una struttura romanica preesistente. Degne di nota sono le due grotte naturali di Ginepro e di Cassana e le miniere di marmo rosso. L’Ago invece si trova a quasi 7 km da Borghetto Vara, seguendo sempre la SP1 e poi girando a sinistra in località Banche. Il piccolo borgo si trova nei pressi del santuario di Nostra Signora di Roverano, edificato in memoria dell’apparizione della Madonna a due pastorelle, avvenuta nel XVI secolo. L’immagine miracolosa è custodita nell’edificio di vago stampo rinascimentale.

Fotografia: Wikipedia




Per approfondire:

Borghetto Vara



Torna indietro