La Val di Vara Versione Italiana
La Val di Vara
ITINERARI

Borghi e paesi

MANGIARE E BERE

Ristoranti

Enoteche

GASTRONOMIA

Gastronomia

COMPRAR CASA

Agenzia immobiliari

BOLANO
Vista di Bolano Vista di Bolano
Il centro di Bolano, sito alla confluenza del fiume Vara con il Magra, su una diramazione del Monte Cornoviglio, fu popolato fin da epoche remote, come testimoniano le tombe liguri rinvenute nelle località di Vara. Il borgo, come la maggior parte dei paesi della bassa Lunigiana, fu conteso tra i Vescovi di Luni e i Malaspina. Con la pace di Castelnuovo Magra, stipulata da Dante Alighieri, Bolano passò nella mani dei Malaspina; tuttavia, nel 1408 gli abitanti del villaggio, estenuati dal pessimo governo malaspiniano, distrussero il castello e si concessero a Genova.
Tutt’ora il borgo, adagiato sulle pendici di un promontorio, sfoggia la stessa architettura che lo caratterizzava in epoca vescovile. Bolano venne protetto da una cinta muraria a pianta triangolare, munita di tre porte d’ingresso. Venne inoltre eretto un suntuoso palazzo che, firmata la pace di Castelnuovo, passò ai Malaspina. Tuttavia il loro pessimo modo di governare scatenò l’ira tra gli abitanti del paese che decisero di concedersi alla Repubblica di Genova. Il centro cittadino è costituito da viuzze di ciottoli e ripide scalinate, inserite in quartieri ricchi di monumenti e graziose case, caratterizzate da elaborati portali con stemmi nobiliari.
A Bolano meritano una visita l’antica pieve di Bolano, chiesa di Santa Maria Assunta, di origini romaniche, ma con numerosi elementi barocchi. Nel corso del XVIII secolo venne più volte restaurata e ampliata, soprattutto con l’annessione di un nuovo campanile. Sulla facciata sorge una nicchia contente una statua marmorea realizzata dalla scuola pisana del XV secolo e raffigurante la Madonna con Bambino. L'interno a tre navate sfoggia un soffitto affrescato a medaglioni dal calicese Davide Beghè e un crocifisso ligneo del XIV secolo, una tela del Tavarone e un dipinto della Madonna con Bambino e i Santi Pietro e Giovanni.
L’altro edificio religioso di Bolano è l’oratorio di San Rocco e Sant’Antonio, edificato accanto all'antico castello, pensato come cappella gentilizia dei Malaspina. Ciò che risalta dell’oratorio è il suo elaborato portale scolpito, sormontato da una nicchia contenente la statua marmorea del santo.

Fotografia: Comune di Bolano



Torna indietro