La Val di Vara Versione Italiana
La Val di Vara
ITINERARI

Borghi e paesi

MANGIARE E BERE

Ristoranti

Enoteche

GASTRONOMIA

Gastronomia

COMPRAR CASA

Agenzia immobiliari

LA VAL DI VARA

La Val di Vara è la valle più estesa di tutta la regione ligure, separata dalla Toscana dalla catena appenninica. Attorno alla valle si snodano rilievi di diverse altezze, tra cui il Monte Gottero che, con i suoi 1640 metri, è il più alto del territorio. La vallata deve il suo nome all’omonimo fiume che scende dal monte Zatta per poi gettarsi nel fiume Magra.
I piccoli borghi arroccati sulle alture boscose, i suoi castelli, le pievi e i santuari sono la caratteristica principale della valle, insieme alla natura rigogliosa, fatta di ampi prati, boschi, sorgenti e ricchi corsi d’acqua. La parte settentrionale della val di Vara ha conservata una selvaggia natura incontaminata, mentre quella più bassa è stata oggetto di una considerevole crescita di abitazioni.
Pignone, Suvero, Torza e Zignago sono le prime frazioni ad essere state interessate da insediamenti umani. Secondo le varie testimonianze storiche, pare che la valle fosse stata occupata dai bizantini, dai longobardi e infine dai franchi. Di notevole importanza fu la diocesi di Brugnato, sorta nel 1133 e trasformata più tardi in sede vescovile; col passare degli anni i confini della diocesi furono ampliati fino a giungere a Pontremoli e a Sestri Levante.
Per raggiungere la valle è necessario imboccare l'autostrada A12 ed uscire a Brugnato; in alternativa si possono seguire strade secondarie, tra cui il Passo Alpicella da Tresana, il Valico dei Casoni da Mulazzo, il valico Calzavitello e Rastrello da Zeri e il passo dei Solini da Podenzana.
Sedici sono i comuni ubicati nella Val di Vara: Follo, Bolano e Riccò del Golfo, siti nella Bassa Val di Vara; Calice al Cornoviglio Pignone, Borghetto, Beverino, Vara e Brugnato, situati nella media Val di Vara e infine Zignago Corrodano, Maissana, Rocchetta, Vara, Carro, Sesta Godano e Varese Ligure dislocati lungo l’alta Val di Vara. La maggior parte di essi vantano una struttura rotonda medievale, caratterizzata da viuzze e abitazioni multicolore, raccolte attorno al centro storico.